Pose

Buonasera e ben ritrovati.

Per questo mercoledì vi propongo Pose, una poesia che riflette sull’ambiguità tra apparenza e realtà e l’effetto scatenato dalla presenza di un obiettivo, pronto a immortalare il momento in cui ci si trova.

La centralità di questo elemento nasce dalla diffusione e rilevanza che sta assumendo in questi ultimi anni, dove l’ossessione per l’immagine pare pervadere le nostre vite e influenzarle profondamente, in questo accanimento per la cattura del momento perfetto, per mostrare al mondo che la nostra esistenza è instagrammabile, sebbene al di sotto si celi molto meno della pomposità offerta pubblicamente.

Tutto diventa una messa in scena, una simulazione di quello che alla gente piace vedere, un teatrino di lietezza e leggerezza che disconnette dalla quotidianità, che di conseguenza sa di piatto, di insoddisfacente.

Così, nel tentativo di assaporare questa felicità preconfezionata, noi stessi posiamo di fronte a questi obiettivi che, inghiottendo nostre emozioni e la nostra unicità, restituiscono la tanto ricercata gioia da esporre.

Buona serata e buona lettura.

– Mattia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...