Recensione: Russian Doll

Buona domenica a tutti!

Oggi mi cimento nel raccontarvi di una serie di Netflix uscita l’1 febbraio, Russian Doll, a opera di Natasha Lyonne, Amy Poehler e Leslye Headland.

Buona lettura.

– Mattia


La vicenda si apre in medias res durante la festa di compleanno di una dei due protagonisti, Nadia Vulvokov, fumatrice incallita di trentasei anni dall’atteggiamento piuttosto acido. Dopo aver salutato alcuni degli invitati, tra cui Maxine, organizzatrice dell’evento, incontra un uomo, con il quale si ritrova a letto. Uscita dall’appartamento di lui trova il suo gatto, che non vedeva da giorni, e nel tentativo di prenderlo viene investita da un’auto, morendo. Riprende conoscenza davanti allo stesso specchio nel quale si stava osservando, la sera della festa, come se non fosse accaduto nulla. Da questo momento capisce di essere finita in un loop temporale, destinato a riportarla in quel bagno dopo ogni morte. Esasperata dalle infinite volte in cui si ritrova a morire nei più disparati modi, tenta di trovare un modo per risolvere la questione una volta per tutte.

russian-doll-2.png

Non è la prima volta che troviamo questo espediente narrativo: alcuni esempi che possiamo trovare sono la recente horror-commedia Auguri per la tua morte (2017) e la commedia Ricomincio da nudo (2017). Quello che però marca la differenza in questo caso è la sensazione di attualità percepibile e il carisma di Nadia, che diventa l’essenza della serie stessa.

russian-doll-1.png

La donna, con i suoi discorsi cinici sulla stima del tempo che le rimane da vivere nelle migliori ipotesi a causa del suo tabagismo, la schiettezza delle sue risposte alle affermazioni di chi la circonda e il suo modo di porsi riflettono il suo acume pungente,  lasciando però trasparire la sua vita squilibrata, attraversata da scelte piuttosto discutibili e un passato con cui fare i conti.

russian-doll-3.png

Alan, coprotagonista ossessionato con il controllo maniacale di tutti i dettagli della sua vita affinché le cose vadano nel modo giusto, indica l’incertezza e l’insicurezza dei tempi moderni, nei quali si trova sempre più frenesia e precarietà, ed esemplifica ciò che accade quando un progetto sfuma di fronte ai nostri occhi, frantumando e facendo crollare l’intero castello di certezze che ci eravamo costruiti, lasciando unicamente un cumulo di macerie. Purtroppo non gli viene concesso molto tempo in scena e di conseguenza la sua caratterizzazione risulta poco approfondita.

Il filo conduttore della serie è la consapevolezza della propria vita e il valore che viene dato a essa, in particolare il ritrovare se stessi in mezzo al caos di avventure in cui volenti o nolenti ci si immischia, riprendendo in mano la situazione e le redini delle proprie decisioni, come si potrebbe intendere metaforicamente nella sequenza finale con l’elemento della torcia, afferrata e sollevata, forse come simbolo di ciò che è stato ritrovato e che da quel momento si vuole tenere ben visibile.

Altro elemento è il pretesto della morte per affrontare un passato che continua a condizionare la vita presente, nonostante gli anni trascorsi, e per cambiare la propria ottica, il proprio comportamento, imparando a guardarsi attorno e a cambiare attivamente la propria sorte e quella altrui, per quanto possa sembrare ininfluente o ineluttabile. Tutto questo reso anche attraverso l’imperfezione delle figure presenti nelle varie puntate, ciascuna con peculiarità che le rendono distinguibili e reali, per quanto oscurati dalla narrazione e dal procedere degli eventi, che impediscono un focus sulle loro vicende.

In sostanza, il messaggio proposto è sicuramente già sentito, ma comunque risulta positivo e apprezzabile nel suo modo di essere esposto tramite l’alternarsi di ironia e introspezione.

Russian doll 4

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...