Wattpad: selva oscura d’insidie e risorse

Buongiorno e buon inizio settimana!

Oggi tratterò di un argomento lievemente differente da quelli che ho pubblicato finora su questo blog, ma in fin dei conti si tratta sempre del mondo letterario, anche se in questo caso la questione è più complessa. Desidero infatti parlarvi del mirabolante mondo di Wattpad, spiegando brevemente come funziona e, in seguito, analizzandone alcuni aspetti, in base anche alla mia esperienza personale.

Comincerei con qualche dato: fondato nel 2006 a Toronto da Allen Lau, ingegnere elettronico, e Ivan Yuen, ingegnere informatico, aveva lo scopo di permettere a chiunque di poter leggere gratuitamente degli e-book in qualsiasi situazione. L’obiettivo venne raggiunto più largamente nel 2009, con la diffusione della prima versione dell’applicazione per iPhone, Blackberry e Android.

Su questa piattaforma è possibile trovare storie originali o fanfiction di scrittori amatoriali, così come condividere le proprie, spesso a puntate, in modo da creare suspense tra i capitoli e catturare l’attenzione dei lettori, i quali possono votare e commentare il capitolo pubblicato. È inoltre possibile visitare i profili degli utenti e lasciare messaggi sulle loro bacheche. Si hanno anche le opzioni di follow e di conversazione privata tra utenti.

Il punto di forza, come si è intuito dal paragrafo precedente, è la natura duale di Wattpad: non è infatti solamente un luogo in cui leggere qualcosa che ci potrebbe interessare, ma presenta invece anche una forte componente social, grazie alla quale è possibile creare un forte legame tra scrittori e lettori, giungendo pure alla nascita di amicizie, anche a distanza, e consentendo in generale uno scambio continuo tra persone dall’interesse comune.

wattpad 2

Sono inoltre presenti diversi concorsi e sfide per mettersi in gioco, come ad esempio i Wattys, veri e propri awards letterari dedicati alla piattaforma, che premiano le storie migliori in diverse categorie.

È possibile categorizzare meglio il proprio scritto attraverso i generi, i tags e il renderla visibile a tutti o al solo pubblico adulto, in modo da raggiungere un’audience più specifica e adatta ai contenuti presenti.

Uno dei più grandi difetti è quello che ormai è conosciuto dalla maggioranza di coloro che sentono parlare per la prima volta di Wattpad, e spesso anzi ne diventa il biglietto da visita: la qualità di buona parte di ciò che viene pubblicato è molto bassa e sessualmente esplicita, talvolta superando i limiti. Ma non è solo questo il punto: quello che ha scatenato la critica di diverse persone è la scelta di alcune delle più grandi case editrici di far uscire queste storie dal mondo virtuale per essere pubblicate e quindi diffuse a un pubblico ancora più vasto. Il caso più celebre è la serie After, di Anna Todd, nata inizialmente come fanfiction degli One Direction (dedicata in particolare a Harry Styles) e pubblicata nel 2014 da Gallery Books (in Italia il primo libro uscì il 9 giugno 2015 attraverso la Sperling & Kupfer): vicende di giovani ragazzi che, attraverso scene osé e situazioni che vengono risolte più di una volta con la violenza, vivono la loro esperienza al college.

after-libri

Dopo l’uscita di questi romanzi, è scoppiata una nuova moda: un’infinita caterva di storie tutte uguali che fanno l’occhiolino al modello di Todd e che pullulano nella bacheca di Wattpad, inondando l’ignaro utente in cerca di una storia avvincente. Gli elementi che infatti accomunano queste storie sono molteplici: la mancanza di una trama ben costruita, spesso messa in secondo piano per dare più risalto a temi più frivoli; i personaggi, che si riducono frequentemente a macchiette, senza un minimo di caratterizzazione o di coerenza nelle loro azioni, oppure inutili allo svolgimento degli eventi, presentati una volta e poi abbandonati nel dimenticatoio; uno stile piuttosto scadente, colmo di errori grammaticali e dallo sviluppo contorto, indice di una mancata rilettura in seguito alla scrittura di getto; la presenza di messaggi sbagliati o di temi affrontati troppo alla leggera (penso sia il punto più grave), come l’autolesionismo, l’anoressia,  i disturbi psichici e la violenza domestica, trattati con pericolosa superficialità e in maniera potenzialmente dannosa per dei lettori all’inizio dell’adolescenza e pertanto più sensibili.

Ad alimentare questo flusso sono proprio le case editrici che, come dicevo prima, stanno pubblicando a ritmo sostenuto tutte queste storie, attratte dal guadagno garantito che esse portano, grazie all’elevatissimo numero di lettrici pronte ad acquistare la versione cartacea di ciò che le ha conquistate su Wattpad. Alcuni esempi sono la Mondadori con Quel coinquilino snervante, la Leggereditore con My dilemma is you, la Rizzoli con Over: un’overdose di te. Questo sistema non fa altro che ingannare i giovani, sminuendo la figura dello scrittore, abbassata alla portata di chiunque dotato di un briciolo di fantasia, con l’unica accortezza di rispettare i canoni tanto amati dai coetanei, con un’opera pronta per essere stampata (magari senza nemmeno troppe revisioni o accortezza sui contenuti presenti) e diffusa in libreria.

Un’ulteriore conseguenza di questo è l’ombra che viene gettata sugli altri utenti che decidono di condividere le proprie storie, perché se è vero che molte sono del genere descritto sopra, è anche vero che ce ne sono altre che meriterebbero più visibilità, scritte da persone che ci mettono passione, impegno e una buona dose di pazienza per restituire qualcosa che abbia valore e che sia coerente. Una rapida occhiata sulla piattaforma potrà far notare come le differenze ci siano tra queste due tipologie: le prime, a stampo After, hanno una risonanza di migliaia di letture e commenti; le seconde, invece, tendono in generale (ci sono delle eccezioni per le storie più conosciute) a essere decisamente più di nicchia, con numeri inferiori.

L’intento degli inventori era sicuramente nobile e buono, ma gli avvenimenti recenti mostrano come ci sia bisogno di un sistema per incentivare coloro che decidono di impegnarsi veramente, compito al momento lasciato alla discrezione degli utenti. Un ottimo lavoro lo fanno i recensori più accorti presenti sulla piattaforma, che si impegnano ad analizzare nel dettaglio i punti di debolezza delle storie che vengono proposte attraverso una critica oggettiva; anche le pagine dedicate e alcuni concorsi promuovono un livello di produzione scritta più alto e attento, e questo, se migliorato, gioverebbe molto alla comunità intera di Wattpad. Quello che possiamo fare noi come lettori è mostrare il nostro supporto per coloro che pensiamo siano meritevoli, scambiando opinioni e consigli, in modo anche da avere la possibilità di conoscere nuove persone e vedere come la pensano. Fa molto piacere a uno scrittore ricevere un feedback, e gli è di vitale importanza per individuare i punti di debolezza e i passaggi da ricontrollare, così da potersi ritenere soddisfatto del suo lavoro.

In ultimo, un messaggio di incoraggiamento per tutti coloro che scrivono per conto proprio o pubblicamente e che non ricevono i risultati sperati: so che talvolta può risultare molto frustrante, ma sappiate che se davvero la vostra opera merita e avete il coraggio di rischiare e farvi conoscere, prima o poi verrete notati. La perseveranza e la determinazione devono essere i vostri compagni quotidiani e le vostre guide per raggiungere l’obiettivo che vi siete prefissati, quindi armatevi di pazienza e continuate a seguire i vostri sogni, per quanto lontani o offuscati possano sembrarvi. Abbiate fiducia nelle vostre capacità, perché se nemmeno voi credete in voi stessi, nessuno potrà farlo.

Buona giornata e in bocca al lupo per ogni vostro progetto, piccolo o grande che sia.

– Mattia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...